I CONTRATTI
Il Dipartimento Artigiani si occupa della bilateralità definita negli accordi interconfederali e nei seguenti contratti:
Acconciatori, estetisti, barbieri e parrucchieri
Alimentari, panificatori artigianato
Area Chimica – ceramica
Grafici, editoriali artigianato
Area Legno lapidei
Area meccanica, installazioni di impianti, orafi, argentieri e affini, odontotecnici

LA STRUTTURA – LE PERSONE
Il dipartimento lavoratori artigiani CGIL è formato da segretario responsabile, il Rappresentante Sindacale di Bacino (RSB) e il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (RLST):

Segretario responsabile: Giacomo Licata (giacomo.licata@cgil.lombardia.it)
RSB: Luca Vaccaro, tel. 331.6636947 (luca.vaccaro@cgil.lombardia.it)
RLST: Luca Fonsdituri, tel.335. 497679 (luca.fonsdituri@cgil.lombardia.it)

RECAPITI RSB
Su appuntamento il Mercoledì dalle 16.00 alle 18.00 presso la CdlT di Como Via Italia Libera, 23 – Como
Su appuntamento il Giovedì dalle 16.00 alle 18.00 presso la CdLT di Cantù Via Ettore Brambilla, 3 – Cantù

Altri giorni, in altre CdLT della CGIL in provincia di Como, su appuntamento.

CHI SONO GLI RSB

La presenza sindacale nell’artigianato è organizzata territorialmente mediante la figura del Rappresentante Sindacale di Bacino (RSB): ha un ruolo equiparabile alle rappresentanze aziendali dell’industria, con la differenza che l’RSB rappresenta un bacino territoriale di utenza e non i dipendenti di una singola realtà produttiva.
La sua figura consente di mantenere il collegamento con le varie realtà territoriali per cercare di garantire ai lavoratori un sostegno in un settore dispersivo.

CHI SONO GLI RSLT
Il ruolo dell’RLST è sancito dall’art.48 del Decreto Legislativo n. 81 del 2008.
In tutte le aziende o unità produttive è eletto o designato il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RSL), il quale diventa il riferimento dei lavoratori per intervenire in merito alla prevenzione dei rischi derivanti dalle attività produttive e per segnalare al datore di lavoro, ai dirigenti e ai preposti le problematiche di sicurezza e di igiene sul lavoro. Per le aziende o unità produttive nelle quali non è stato eletto il R.L.S., è stata istituita la figura del R.L.S.T., cioè il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza in ambito territoriale che accede ai luoghi di lavoro ed è consultato preventivamente e tempestivamente per tutto ciò che concerne la valutazione dei rischi in impresa.

LA BILATERALITA' ARTIGIANA

ELBA
Nell’ambito degli accordi fra le parti sociali è previsto che ELBA (l’Ente Lombardo Bilaterale dell’Artigianato) eroghi provvidenze a favore dei lavoratori e delle imprese artigiane.
Le prestazioni erogate da Elba sono un diritto contrattuale dei lavoratori delle imprese artigiane.

SANITÀ INTEGRATIVA
San.Arti è il Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa per i lavoratori dell’artigianato.
Lo scopo del Fondo è garantire agli iscritti e agli aventi diritto un’importante protezione socio-sanitaria che, completando il servizio offerto dal sistema sanitario nazionale, garantisce ai lavoratori un sostegno significativo. Tra le prestazioni erogate segnaliamo i contributi per: ricovero in istituto di cura per grande intervento chirurgico; prestazioni di alta specializzazione (diagnostica e terapia); visite specialistiche; ticket per accertamenti diagnostici e pronto soccorso; pacchetto maternità; prevenzione sindrome metabolica; assistenza in caso di grave inabilità determinata da infortunio sul lavoro oppure da gravi patologie; piani assistenziali per non autosufficienze.
Le prestazioni erogate da San. Arti sono un diritto contrattuale dei lavoratori delle imprese artigiane.

OPTA
Organismo paritetico territoriale artigiano.
Sensibilizza, informa e supporta aziende e lavoratori sulle tematiche della salute e sicurezza, anche coordinando sul territorio i Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Territoriali ( R.L.S.T. ).
OPTA è stato costituito in osservanza al Dlgs. 81/08 Art.51 ed è regolamentato dagli accordi fra associazioni datoriali e associazioni sindacali dei lavoratori.
Può offire la collaborazione in materia di formazione obbligatoria dei lavoratori (Dlgs. 81/08 Art.37) o di miglioramento dei livelli di salute nei luoghi di lavoro (BANDO ISI – Finanziamento INAIL).

PREVIDENZA COMPLEMENTARE “FON.Te”
Fon.Te. ha lo scopo, in applicazione della normativa vigente, di consentire ai lavoratori associati di disporre, all’atto del pensionamento, di una pensione complementare del sistema obbligatorio. Gli iscritti (lavoratori e aziende) partecipano direttamente alla vita del Fondo eleggendo i componenti l’Assemblea dei delegati la quale, a sua volta, nomina il Consiglio di Amministrazione ed il Collegio dei Sindaci .
Per aderire è sufficiente compilare in ogni sua parte e sottoscrivere il Modulo di adesione e consegnarlo in azienda.

FONDARTIGIANATO
Fondo Interprofessionale per la Formazione Continua previsto dalla legge 388/2000, con la quale si delega ad Enti di natura privatistica, costituiti dalle parti sociali, la gestione dei contributi versati dalle aziende per la formazione e l’aggiornamento dei propri dipendenti. Promuove, realizza e diffonde iniziative di formazione continua all’interno di piani formativi elaborati in sede di dialogo sociale, volte alla valorizzazione delle risorse umane ed allo sviluppo dei settori di attività dell’artigianato delle piccole e medie imprese.

LINK UTILI:
CGIL LOMBARDIA